hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

Il collège di Koulbila

BURKINA FASO

Regione del Plateau Central, Provincia di Oubritenga, Comune di Nagreongo, Villaggio di Koulbila

Istruzione e Infanzia

Costo del progetto: 42.800 €

Stato: PROGETTO COMPLETATO

Il progetto ha visto la costruzione di una scuola secondaria (collège) dotata di 4 classi e di un edificio amministrativo, per consentire l'accesso agli studi secondari agli allievi di circa 20 villaggi rurali confinanti con Koulbila. La presenza della nuova scuola evita ai ragazzi di doversi trasferire in città o di dover rinunciare agli studi. Sono inoltre state messe in atto diverse azioni per incentivare la frequenza scolastica.

 

 


Contesto locale - Il villaggio di Koulbila, abitato da 4.000 persone, si trova nella zona centrale del Burkina Faso, a circa 40 Km dalla capitale, Ouagadougou, sulla grande arteria che attraversa la nazione e porta in Niger. Nel villaggio ci sono tre punti di raccolta d'acqua: due forage e un pozzo tradizionale a largo diametro. Il pozzo tradizionale non può garantire la potabilità dell'acqua e viene utilizzato quando le altre pompe sono in panne. Durante la stagione secca l'acqua è molto torbida e imbevibile, quindi a rischio di gravi patologie gastro-intestinali; da febbraio in poi, con l'abbassamento della falda (che si trova a circa 44 metri di profondità), il pozzo risulta asciutto. Ogni famiglia disponde di un piccolo campo dove coltiva miglio, sorgo rosso, sesamo, miglio e mais, durante la stagione delle piogge. Oltre agli agricoltori, prevalentemente di etnia mossi, sono presenti allevatori peul, dediti all'allevamento di buoi, ovini, caprini. Un'altra importante attività economica è il commercio: nel villaggio si tiene un importante mercato. Durante la stagione secca molti giovani emigrano per lavorare in prossimità dei barrage di Fada e Ziga. A 2 km dal centro del villaggio, a Malagatenga, è stato costruito un dispensario, gestito da un major (paramedico), un'ostetrica e un infermiere. Il dispensario dispone anche di un piccolo reparto maternità. Prima di questo progetto, nel villaggio non c'era una scuola e i bambini di Koulbila frequentavano le scuole dei due villaggi vicini:Sorgo e Malagatenga. Soltanto il 40% dei bambini in età scolare frequentava la scuola, mentre gli altri lavoravano nei campi o nelle piccole attività commerciali del grande mercato situato sulla strada principale.

 


Strategia di intervento - Questo progetto ha avuto come obiettivo quello di aumentare l'accessibilità all'istruzione secondaria nell'area rurale di Koulbila agendo su più fronti. La costruzione di una scuola ha permesso la frequenza anche agli alunni che non hanno la possibilità di recarsi in città. Sono state inoltre pianificate e messe in atto azioni incentivanti per favorire la scolarizzazione quali:

  • l'istituzione di una mensa scolastica; 
  • un'opera di sensibilizzazione sulle famiglie volta a veicolare l'importanza del valore aggiunto portato dall'istruzione;
  • interventi per sostenere economicamente gli studenti meritevoli provenienti da famiglie particolarmente bisognose. Tali interventi, già sperimentati in altri contesti, si espliciteranno attraverso l'erogazione di: microcrediti alle famiglie per poter onorare le spese d'iscrizione, da rendere in tre piccole rate quadrimestrali; borse di studio per gli studenti; di microcrediti per favorire lo sviluppo di attività economiche dei giovani che avranno terminato il percorso di studi all'interno della scuola;
  • infine la realizzazione di un impianto elettrico mediante sistema fotovoltaico consentirà di inserire nel programma scolastico anche l'alfabetizzazione informatica, oltre a favorire l'accesso ai corsi di alfabetizzazione degli adulti che si svolgeranno nelle ore serali.

La strategia adottata mira a un chiaro effetto catalizzatore in quanto, partendo dall'istruzione e dalla sua promozione, si favoriscono lo sviluppo e l'emancipazione dei ragazzi e delle ragazze, il miglioramento delle condizioni di vita delle loro famiglie, l'acquisizione di nuove competenze professionali con conseguente avvio di attività generatrici di reddito e la crescente e acquisita consapevolezza dei propri diritti.

Il centro scolastico, inoltre, potrà in futuro divenire punto di riferimento per ulteriori azioni formative ed educative, tra cui si ipotizzano corsi professionali (meccanica, cucito, falegnameria, saldatura ecc.), corsi di alfabetizzazione informatica di base mentre iniziative di sensibilizzazione su temi sociali igiene, matrimoni forzati e precoci, sono già state organizzate.
All'interno del progetto è stata riservata particolare attenzione alle bambine, in osservanza al 3° obiettivo del millennio che si propone di eliminare le disparità di genere nella scuola primaria e secondaria. Le bambine sono le prime ad essere private del diritto all'istruzione e quindi la sensibilizzazione si concentrerà particolarmente su di esse; molti dei corsi previsti come ulteriore sviluppo del progetto sono dunque indirizzati alle femmine.
 


Obiettivi - Il progetto punta in generale al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione rurale dell'area di Koulbila attraverso il potenziamento delle sue risorse culturali, sociali ed economiche. La frequenza scolastica, oltre a dare un'istruzione di base che potrà promuovere in prospettiva lo sviluppo culturale, garantisce ai bambini un luogo in cui crescere in relazione agli altri. La scuola svolge anche un importante ruolo sociale, ponendo un limite al diffuso fenomeno del lavoro minorile. La scuola secondaria, inoltre, consente di limitare il massiccio fenomeno dell'analfabetismo di ritorno, che spesso, per molti ragazzi, si accompagna alla vita "di strada", caratterizzata da accattonaggio o attività illecite. L'istruzione e la formazione sono alla base del potenziamento di ogni comunità, in quanto permettono l'accesso alle innovazioni economiche e sociali mettendo i giovani nella condizione di essere consapevoli dei propri diritti e delle proprie potenzialità, diminuendo così il rischio di sfruttamento. Per tutte queste ragioni l'aumento della frequenza scolastica è intesa come azione strategica al fine di migliorare le condizioni generali di vita della popolazione dell'area.

Nello specifico il progetto è teso a conseguire un'aumentata accessibilità all'istruzione secondaria per la popolazione del villaggio di Koulbila e dei villaggi limitrofi. 

 


Beneficiari diretti

  • I bambini dai 12 ai 16 anni di Koulbila e dei villaggi limitrofi. Le quattro classi potranno ospitare un numero di ragazzi compreso tra 160 e 200;
  • Le famiglie più bisognose, che riceveranno un supporto economico che possa permettere la frequenza scolastica dei figli;
  • Gli adulti che seguiranno i corsi di alfabetizzazione serali, stimati in circa una quarantina di persone;
  • Tutto il personale (una decina di persone) coinvolto nella realizzazione delle attività, che ne ricaverà occupazione e stipendio.

 


Beneficiari indiretti

  • Le famiglie degli alunni (bambini e adulti) di Koulbila;
  • L'intera popolazione di Koulbila (4.000 abitanti) e dei villaggi coinvolti (circa 12.000 persone).
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca qui per iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2017 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits