hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

Dal sole, l'acqua nell'oasi di Tigzmirt

MAROCCO

Regione di Tata, Oasi di Tigzmirt

Acqua
Cibo
Sviluppo Economico

Costo del progetto: 37.000 €

Stato: PROGETTO COMPLETATO

Sintesi

Il progetto ha visto la realizzazione di un sistema di sollevamento con pompa azionata da impianto ad energia solare fotovoltaica per il riempimento di un bacino d'acqua a fini irrigui per l'agricoltura, all'interno di un progetto per il rafforzamento dell'organizzazione di base per la preservazione dell'ecosistema dell'oasi di Tigzmirt (Tata) in collaborazione con l'ONG CISS - Cooperazione Internazionale Sud Sud.

 


Anno 2011

 


Contesto locale
La Provincia di Tata, regione di Guelmim-in Smara, dove si trovano le 3 oasi scelte per l'azione (Akka, Tata ed Addis, è localizzata a 300 km ad est di Agadir e conta nell'area 160 oasi che presentano tutti i sintomi del declino ambientalista e socioeconomico rievocato precedentemente. La Provincia si distende su 2 842 850 ettari (26 000 km²) con una popolazione di 122 000 abitanti. La collaborazione oggetto del presente intervento tra l'ONG Bambini nel Deserto e CISS Cooperazione Internazionale Sud Sud presenta un progetto pilota di realizzazione di un impianto di sollevamento dell'acqua alimentato da pannelli fotovoltaici presso l'oasi di Tigzmirt. L'oasi di Tigzmirt si situa a 3 km dalla città di Tata sulla Strada Nazionale n°12: essa dipende amministrativamente dal Comune Capoluogo di Tigzmirt, che a sua volta dipende dalla provincia di Tata. Dal punto di vista topografico, l'oasi si situa in una zona piana. Il clima è caratterizzato dalla siccità come tutta la provincia: le precipitazioni sono tenui e irregolari. Questo provoca conseguenze negative sulle attività agricole e sulla vegetazione.

 


Strategia intervento

Il miglioramento della condizioni di vita degli abitanti dell'oasi in equilibrio con l'ecosistema viene realizzato attraverso:

La realizzazione di un pozzo per il prelievo d'acqua dal sottosuolo per l'irrigazione delle parcelle;

La realizzazione di un impianto per il prelievo alimentato da energia solare fotovoltaica per l'azionamento della pompa;

Una adeguata formazione in campo agricolo e tecnico, in particolare relativamente alla gestione della risorsa idrica in equilibrio tra il fabbisogno e la disponibilità dal sottosuolo, e alla conoscenza, uso e manutenzione di impianti in equilibrio con l'ecosistema naturale.

 


Obbiettivi
Contribuire alla lotta contro la desertificazione e la conservazione della biodiversità attraverso la preservazione, la valorizzazione e la gestione durevole dell'ecosistema delle oasi.

Contribuire alla dinamica di capitalizzazione, scambio d'esperienze e di buone pratiche e rafforzamento delle capacità della società civile e di base nell'ecosistema dell'oasi di Tata.

 


Risultati ottenuti
Utilizzo razionale dell'acqua in equilibrio con l'ecosistema ambientale dell'oasi;
Miglioramento delle competenze tecniche da parte dei beneficiari;
Rafforzamento delle capacità dell'Associazione locale.

 


Beneficiari diretti
L'acqua stoccata nel bacino è distribuita su una superficie di circa 20 ettari (dipende dalla portata finale del bacino), terra collettiva del douar di Tzgmirte, abbandonata dai contadini per mancanza d'acqua. Queste terre opportunamente irrigate sono divise in parcelle e distribuite a tutte le famiglie residenti (circa 80 famiglie). Su queste terre sono state piantate a cura di CISS circa 2000 palme da dattero, 700 alberi da frutto, e 20 ettari di orti e foraggio per gli animali. Le piante, i fertilizzanti e le sementi sono stati comprati dal progetto e distribuiti in modo omogeneo a tutte le famiglie beneficiarie.

 


Beneficiari indiretti
La popolazione di Tigzmirt conta 450 abitanti adulti, di cui 220 uomini e 230 donne. Le terre di Tigzmirt sono, in generale, una proprietà della famiglia di Mohamed ben Yakoub, discendendo dalla dinastia Idrissite che ha governato il Marocco in epoca passata. Una percentuale del 90% della popolazione di Tigzmirt è di soli gestori delle terre e non ha la proprietà, né il diritto alla vendita, all'acquisto né all'ipoteca. Sono definiti Khemmassa¯, equivalente di braccianti. Forniscono la manodopera e beneficiano di un quinto (1/5) del raccolto, andando gli altri 4/5 al 10% dei proprietari delle terre.

 


Monitoraggio
Il monitoraggio è gestito da CISS per la presenza continuativa nell'area di intervento per la durata del progetto.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca per iscriverti alla NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2018 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits