hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

Produzione e vendita di bogolan a Nahartenga

BURKINA FASO

Regione del Plateau Central, Provincia di Oubritenga, Comune di Nagreongo, Villaggio di Nahartenga

Istruzione e Infanzia
Sviluppo Economico

Costo del progetto: 5.100 €

Stato: PROGETTO COMPLETATO

Il progetto ha visto la costituzione di una cooperativa di 20 donne in grado di produrre bogolan (tessuti artigianali tipici, realizzati su piccoli telai) all'interno di un centro di recupero per ragazzi descolarizzati, e di commercializzarli poi in un punto vendita appositamente aperto nella zona di Ziniarè.
Il gruppo ha partecipato inoltre a un corso su aspetti della gestione economica dell'attività.

 


Anno 2011

 


Contesto locale

Nel comune rurale di Nagreongo la popolazione vive di agricoltura, con guadagni molto scarsi.

Le condizioni di vita sono dure, per la mancanza di opportunità offerte dal territorio. Non ci sono fabbriche, ma il commercio è un settore relativamente attivo, grazie anche al mercato di AVV. 
Sul piano sociale molti giovani sono descolarizzati prima della fine del ciclo primario, divenendo un carico per la società. La formazione socio-professionale offerta a questi ragazzi dall'Associazione Faso Espoir Vie (riconosciuta dal governo del Burkina Faso nel 2002) è un modo per affrontare il problema alla radice.
Il villaggio di Nahartenga si trova a 5 km. da Nagreongo, che a sua volta dista circa 40 km. da Ouagadougou. Conta circa 3000 abitanti, in prevalenza di etnia mossi.

La scuola elementare a tre classi ospita 136 ragazzi, di cui 75 maschi e 61 femmine. In questo villaggio e nei villaggi limitrofi, vi è un elevato tasso di analfabetismo: molti bambini, soprattutto appartenenti alle famiglie più disagiate, non frequentano la scuola oppure l'abbandonano precocemente. Ne consegue una difficoltà crescente di inserimento nel mondo del lavoro, affiancata alla sempre maggiore tendenza dei ragazzi descolarizzati a ingrossare le fila dei "ragazzi di strada", destinati a ogni tipo di sfruttamento, di degrado sociale e morale. Molti di questi ragazzi non trovano altra via di fuga che far uso di "droghe povere", come la colla che devasta i polmoni, oltre che il cervello.

Nel villaggio di Nahartenga è in atto, dal novembre 2007, un'attività volta all'educazione, alla formazione e al recupero dei ragazzi descolarizzati. È stato istituito un centro (in collaborazione con ITALIA-CILSS, fondo per combattere la desertificazione e per la riduzione della povertà in Sahel) nel quale, all'interno di un edificio-classe, vengono svolte attività finalizzate al reinserimento nella società di ragazzi che non hanno mai frequentato la scuola oppure hanno abbandonato precocemente gli studi primari. In una prima fase vengono proposte attività di alfabetizzazione di base, funzionali all'apprendimento di un mestiere. In seguito i ragazzi vengono indirizzati ad attività di tipo agro-pastorale o artigianale, attraverso corsi di formazione. 

In tale contesto, nel corso del 2010 Bambini nel Deserto ha finanziato un corso di formazione in bogolan, che ha dato ottimi risultati.
Il presente progetto ha inteso dare seguito all'attività avviata, offrendo un'opportunità e un sostegno all'autoimprenditoria.

 

 


Obiettivi

I primi tre degli otto obiettivi del millennio sottoscritti nel 2000 dai 189 stati membri delle Nazioni Unite, si prefiggono entro il 2015 di eliminare la povertà estrema e la fame, raggiungere l'istruzione primaria universale, promuovere l'uguaglianza di genere e l'empowerment delle donne.

In questo quadro, la frequenza al centro di recupero, oltre a dare un'istruzione funzionale di base che potrà promuovere uno sviluppo culturale ed economico, garantisce ai ragazzi un luogo in cui crescere in relazione agli altri. Il centro, attraverso i corsi di formazione professionale e la promozione di attività economiche, svolge anche un importante ruolo sociale, ponendo un limite al diffuso fenomeno del lavoro minorile, dello sfruttamento giovanile, del degrado sociale e morale che sfocia inevitabilmente nel diffuso fenomeno dei ragazzi di strada.

I corsi migliorano il livello di scolarizzazione funzionale, l'educazione morale, civile ed economica.

La concesisone di microcrediti per la produzione e la commercializzazione di bogolan incrementa il livello di sicurezza economica e sociale dei ragazzi e delle loro famiglie, consentendo l'accesso all'autoimprenditoria.

La creazione della cooperativa ha contribuito a innalzare il livello socio-economico delle famiglie dei loro membri.

 


Beneficiari diretti

Le 20 donne della cooperativa.

 


Beneficiari indiretti
Le famiglie delle donne, l'intero villaggio di Nahartenga e gli abitanti della città di Ziniarè.

 

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca qui per iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2017 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits