hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

La scuola Tiziano Terzani di Bassi e Zanga

BURKINA FASO

Regione del Plateau Central, Provincia di Oubritenga, Comune di Nagreongo, Villaggi di Bassi e Zanga

Istruzione e Infanzia

Costo del progetto: 51.500 €

Stato: PROGETTO COMPLETATO

A cavallo tra 2003 e 2004, i villaggi di Bassi e Zanga sono stati dotati di un complesso scolastico intitolato a Tiziano Terzani. Il 20 maggio 2012 un violento tornado ha gravemente danneggiato la scuola, l'hangar e gli alloggi degli insegnanti. La riparazione del complesso scolastico è apparsa urgente, per consetire ai 180 alunni dei due villaggi di riprendere i corsi di studio, sia pure con un certo ritardo, evitando così di perdere l'intero anno scolastico.

 


Anno 2012

 


Contesto nazionale
In Burkina Faso il problema dell'istruzione è molto sentito, in quanto le precarie condizioni in cui versano le famiglie non sempre consentono alle stesse di garantire ai propri figli una scolarizzazione adeguata. Molti bambini e ragazzi restano nei villaggi ad aiutare i propri genitori nella coltivazione dei campi. Le ragazze sono maggiormente colpite dall'analfabetismo, in quanto utilizzate nei lavori di casa e nella cura dei fratelli.

I dati di inizio millennio indicano che in generale solo due bambini su cinque hanno la possibilità di frequentare la scuola e che il tasso di scolarità è del 40% per i ragazzi e del 38% per le ragazze.

In Africa esiste inoltre una forte disparità tra i ragazzi e le ragazze per quanto riguarda l'accesso all'istruzione a causa della disuguaglianza tra i sessi che ancora oggi relega la donna in una condizione sociale inferiore e subalterna. Ancora adesso i genitori non si curano minimamente dell'educazione delle figlie, nella convinzione che per esse sia sufficiente imparare a svolgere mansioni domestiche in previsione del loro matrimonio. Il contesto sociale e la scarsa offerta educativa hanno quindi contribuito a marginalizzare le ragazze a tutti i livelli (scuola primaria, scuola secondaria, università).

L'istruzione e la formazione delle popolazioni rurali è una priorità strategica per l'Africa sub-sahariana nella lotta per sradicare povertà, fame, malnutrizione e analfabetismo. La frequenza scolastica media per i maschi è di di 8,5 anni nelle aree urbane e di 5,5 anni nelle aree rurali. Per le femmine, la media si abbassa ed è rispettivamente di 7,6 nelle aree urbane e 4,3 anni nelle are rurali. Inoltre per ogni 100 bambini delle aree urbane che hanno accesso all'istruzione elementare, solo 68 hanno la stessa possibilità nelle campagne; e per ogni 100 bambini che completano l'istruzione primaria nelle città solo 46 la completano nelle aree rurali. Nelle famiglie più povere, le femmine hanno metà delle possibilità di frequentare la scuole primarie rispetto ai maschi (4,8% contro 9,6%), mentre nelle scuole secondarie praticamente non si trovano ragazze di famiglia povera.
Secondo i dati delle Nazioni Unite, in Burkina Faso il tasso di analfabetismo è molto elevato, arrivando in alcuni casi a sfiorare picchi dell'80 per cento. Questa situazione è in gran parte causata dalle spese scolastiche (tassa d'iscrizione e acquisto del materiale didattico) che andrebbero a gravare su una situazione economica nella maggioranza dei casi già molto critica. Ancora in base ai dati forniti dall'UNDP (Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo), in questi paesi il reddito pro capite commisurato al potere d'acquisto si aggira intorno a una media di appena 3 dollari al giorno. Soprattutto in campagna, la situazione è aggravata dall'elevato tasso di abbandono scolastico, dovuto alla stretta dipendenza del reddito familiare al raccolto stagionale: quando il raccolto va male, per la maggior parte delle famiglie risulta praticamente impossibile pagare la retta mensile della tassa scolastica d'iscrizione.
Questa situazione innesca un meccanismo che con il tempo moltiplica il tasso di analfabetismo, generando di conseguenza altra povertà.

Nell'estate del 2011 si è provveduto a una vasta opera di ristrutturazione del complesso scolastico.

 


Contesto locale
I villaggi di Bassi, etnia mossi, e Zanga, etnia peul, si trovano nella regione del Plateau Central, gGovernatorato di Ziniarè a 55 km est di Ouagadougou. L'ambiente circostante è quello della brousse tipico dell'Africa Occidentale. A Bassi e Zanga non esisteva una scuola e il locale delegato, in occasione di una serie di test condotti da biologi dell'Università La Sapienza di Roma, approfittò per chiedere loro un aiuto. La richiesta arrivò a Bambini nel Deserto.

 


Obiettivi
Scolarizzazione di tutti i bambini dell'area di Bassi e Zanga: 150 bambini appartenenti a entrambe le etnie frequentano regolarmente le lezioni tenute da due insegnati inviati dal Ministero dell'Istruzione del Burkina Faso.

Grazie all'installazione dell'impianto d'illuminazione presso la scuola vengono ora organizzati anche corsi serali d'alfabetizzazione per gli adulti.

Dall'agosto 2006 è stato organizzato un corso d'avviamento all'alfabetizzazione di base anche per le donne. La scuola è frequentata da entrambe le etnie peul (allevatori) e mossi (agricoltori); sulla base della lingua comune che apprendono, il francese, ora i peul e i mossi intrattengono ottimi rapporti di collaborazione e di reciproco rispetto.

 


Beneficiari diretti
I 150 bambini appartenenti a entrambe le etnie che frequentano regolarmente le lezioni.

 


Beneficiari indiretti
Le comunità dei villaggi di Bassi e Zanga

 


Aggiornamenti

Nell'estate del 2011 si è provveduto a una vasta opera di ristrutturazione del complesso scolastico.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca qui per iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2017 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits