hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

L'Espresso "Così si ferma l'esodo" di Fabrizio Gatti

"Bastano pochi euro per creare lavoro in Africa e rallentare il flusso. Perché a nessuno piace emigrare. Ma i rari progetti italiani vengono chiusi dall'Europa.
Mentre Parigi e Londra sfruttano le risorse dei Paesi che erano loro colonie. Però respingono i profughi".
di Fabrizio Gatti da Niamey (Niger)

 

Fabrizio Gatti, probabilmente il giornalista che più di chiunque altro conosce a fondo i flussi migratori dall'Africa del Sahel verso il Mediterraneo, sostiene nel suo Rapporto dal Niger pubblicato nell'ultimo numero de L'Espresso "... Con venticinquemila euro, a Sud del deserto del Sahara si possono creare venti posti di lavoro. Con i 746 milioni consumati dall'Italia per l'emergenza sbarchi nel 2014, daremmo un'attività duratura a 597 mila persone. Con i due miliardi e 288 milioni spesi dal nostro governo negli ultimi quattro anni, avremmo potuto far lavorare un milione e 830 mila uomini e donne."

 

Un affermazione trova d'accordo chi, come Bambini nel Deserto, da anni realizza progetti proprio con questo obiettivo; permettere agli africani di vivere decorosamente e degnamente nella loro terra.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca qui per iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2017 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits