hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

On the Road to Mongolia: Romania 1

Il primo mese é già passato!
Vi state chiedendo che fine abbiamo fatto?

Sono terminate le 2 settimane nella cittadina di Sighetu. Questa tappa è stata molto difficile per tutti noi ma di ogni imprevisto prendiamo la parte positiva. Tutto quello che é successo è stato importante per incontrare, scoprire, imparare gli uni dagli altri e vivere insieme.

 

Tra di noi sono presenti modelli di vita molto diversi , abbiamo codici sociali, caratteri, abitudini e anche lingue diverse;  tutto questo  lo viviamo in un contesto a noi sconosciuto, con una realtà locale molto difficile e un gran freddo che non aiuta. Tuttavia, a poco a poco, ognuno prende i suoi spazi e attraverso il nostro comune desiderio di dar vita al progetto rafforziamo la nostra coesione. Abbiamo anche approfittato di questo momento per fare alcuni controlli dei veicoli dopo i primi 2000 km, ma in particolare, abbiam dedicato del tempo per costruire delle relazioni con la gente del luogo.

 


Cinema sotto le stelle
Come regalo per i nostri "vicini", che ci hanno sostenuto nelle difficoltà, abbiamo organizzato la prima serata di Cinema sotto le stelle.

Nonostante il freddo tanti nuovi amici sono venuti; per lo più per curiosità e per la voglia di condividere un momento con noi. Tra di loro  una giovane ragazza è rimasta a fissare lo schermo dall'inizio alla fine dei titoli di coda, tutto cio' nonostante le partenze dei suoi amici e la distrazione degli altri.
Troviamo in essa la piccola scintilla che può accendere il fuoco .

Non pretendiamo di cambiare il mondo, l'importante per noi é che il nostro messaggio tocchi nel profondo anche solo poche persone. Noi attingiamo la nostra forza in questi semplici momenti emozionanti che rafforzano il progetto e confermano che siamo sulla strada giusta!

 


Incontro con gli "Tziganes" di Sighet
Con questi stessi vicini , abbiamo incontrato alcuni "Tzigani" che hanno passato un pomeriggio con noi, rallegrandoci con la loro musica e con i loro canti; per noi un contributo di energia in un momento difficile. Non ci siamo mancare l'occasione per fare con i loro bimbi delle attività manuali, costruendo insieme piccoli souvenir con lana e materiale di recupero. Al momento della partenza i giovani ci riproducono una scena del film " Gadjo Dilo" , salutandoci con un sorriso e un cenno del capo e gentilmente ridendo dei "gadjo" (ragazzi di città) che noi siamo ai loro occhi.  In Romania convivono due diverse etnie: i Rumeni e gli Tzigani. Qui, come in tutti i paesi europei , vi è una vera discriminazione contro gli zingari. Le culture sono molto diverse , l'integrazione e la convivenza è difficile.  Ma grazie al modo in cui noi viaggiamo e attraverso le nostre attività, abbiamo avuto la possibilità di incontrare i professori che lottano per integrare questi bambini, e altre persone  che ci hanno dimostrato come é possibile vivere insieme nonostante le diverse culture.

 


Ciao Taska !
La nostra squadra non è solo composta da 8 persone , ma anche da 7 cani, che facilitano gli incontri, ci aiutano nelle attività, ci accompagnano e ci proteggono.

Prima di partire abbiamo preso tutte le precauzioni per loro: visite, medicine, prodotti antiparassitari ma purtroppo ci sono sempre degli imprevisti.
Nonostante i vaccini , tutti i nostri cani si sono ammalati. Yari e Taska, i più anziani e deboli, son quelli che più hanno accusato il colpo.

Yari è stato curato per dieci giorni con antibiotici e perfusioni ora sta bene e la piccola Taska , dopo una lunga battaglia ci ha lasciato con nostro immenso dolore.

 

 


Il nostro angelo: Tudor !!!
Ancora una volta cerchiamo di  vedere l'altra faccia della medaglia. Grazie alla malattia che ha colpito i nostri amici a quattro zampe, abbiamo avuto la possibilità di incontrare persone che hanno la nostra stessa sensibilità.
Con questa tragedia viene il nostro miglior incontro: Tudor , il veterinario. E' stato vicino a noi e ci ha sostenuto con sorrisi e attenzioni, è venuto a visitare i nostri cani ogni giorno, senza tregua , estremamente toccato dalla nostra situazione. Ha fatto talmente tanto per noi che niente è sufficiente per mostrargli  la nostra gratitudine, i pochi doni che gli abbiamo offerto sono solo il simbolo della profonda amicizia che è nata con lui.

 


Il primo shock culturale
La scelta di ritardare gli appuntamenti fissati da tempo con le associazioni attive in Romania, per prendersi cura dei nostri amici a quattro zampe è stato al centro di una lunga riflessione. Come possiamo giustificare le nostre scelte che possono sembrare eccessive agli occhi di persone che vivono in condizioni di povertà? Il problema di differenti punti di vista e differenti culture è stato presente fin dagli inizi del progetto. Abbiamo parlato dello "scontro " di culture e questo è il primo confronto vero delle nostre differenze. Come abbiamo detto, la nostra squadra e il nostro lavoro sono l'essenza della collaborazione tra noi e i nostri cani.

Ma ora siamo in un paese dove, la politica, fino agli inizi degli anni '90 ha creato una piaga molto profonda nella società e in particolare nell'infanzia rumena  e dove ancora oggi, ci sono molti bambini in grandissima difficoltà. Nel nostro calendario ci sono appuntamenti con le associazioni che si occupano di bambini di strada e persone private del diritto di essere bambini. Ci rendiamo conto che la nostra scelta di ritardare le nostre attività con queste associazioni, anche se non negoziabile, potrebbe essere malintesa agli occhi di queste persone che lavorano ogni giorno con i bambini di strada, portandoci a malumori e incomprensioni. Tuttavia, nel dialogo e nell'apertura, questi fraintendimenti sono stati chiariti. Noi abbiamo curato i nostri cani e gli appuntamenti e le attività sono state semplicemente rimandati.

 


In strada verso Bucarest
Dopo un altro difficile arrivederci, abbiamo finalmente ripreso la strada in direzione di Bucarest per raggiungere l'Associazione Parada. Attraversando i monti Carpazi la primavera ci avvolge sempre più con i suoi profumi e i suoi colori, i meravigliosi paesaggi  che attraversiamo ci danno una nuova ventata di energia. 3 giorni di strada e 650 km davanti a noi per raggiungere la capitale!!
A presto…

 


Nell'attesa, continuamo a ringraziarvi per aver reso possibile questa avventura. Voi potete continuare a seguirci qui:

Facebook: www.facebook.com/CinémaduDésert + www.facebook.com/lezardsmigrateurs - Web: www.lezardsmigrateurs.com - Vimeo: http://vimeo.com/user34670530/videos

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca qui per iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2017 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits