hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

In Africa Informati. Mauritania

Mauritania al 18/01/2015

 

 

Documenti necessari per l’ingresso nel Paese

- Passaporto con validità residua di almeno sei mesi dal momento dell’arrivo nel Paese.

- Visto, da richiedere all'Ambasciata di Mauritania a Roma. Solo in casi eccezionali si può avere il visto direttamente all’arrivo, grazie alla richiesta da parte di un residente mauritano di un'autorizzazione d'ingresso, con costi e procedure variabili. Il visto può durare fino a un anno e può essere rinnovato a Nouakchott presso la “Direction Generale de la Surete Nationale” o al Commissariato Centrale.

- Certificato di vaccinazione contro la febbre gialla.

 

Vaccinazioni obbligatorie

Febbre gialla

 

Situazione sanitaria (Fonte: Viaggiare Sicuri. http://www.viaggiaresicuri.it)

Strutture sanitarie:

La situazione sanitaria è quella tipica di un Paese in via di sviluppo con un’elevata incidenza di malattie infettive. Le strutture sanitarie sono assai carenti. E’ possibile che i farmaci acquistati in loco si rivelino contraffatti.

Si consiglia, pertanto, di portare con sé dall’Italia eventuali farmaci specialistici di propria necessità e di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, una polizza assicurativa internazionale che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio d’emergenza.

 

Malattie presenti:

Epatite A e B, tetano, meningite, febbre gialla e malaria.

 

Avvertenze:

Si consiglia

• previo parere medico, la vaccinazione contro l’epatite A e B, il tetano, la meningite e la febbre gialla. La profilassi antimalarica è indispensabile tutto l’anno per le persone che dovessero recarsi nella zona di confine con il Senegal, ed è comunque consigliata nel periodo luglio-dicembre per la restante parte del Paese;

• di bere solo acqua e bibite in bottiglia senza l’aggiunta di ghiaccio; utilizzare acqua bollita o minerale anche per l’igiene orale;

• di consumare cibi ben cotti evitando ortaggi e verdure crudi e prodotti soggetti ad una cattiva conservazione.

 

Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio per i viaggiatori di età superiore ad un anno provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia.

 

 

Sicurezza (Fonte: Viaggiare Sicuri. http://www.viaggiaresicuri.it)

In considerazione del progressivo deterioramento della situazione nell’area del Sahel, dell’attivismo dei gruppi di matrice terroristica e dell’accresciuto rischio di azioni ostili a danno di cittadini ed interessi occidentali, si sconsiglia nella maniera più assoluta di recarsi in prossimità del confine con il Mali e nelle regioni nord-occidentali del Paese (in particolare le aree di confine con il Sahara Occidentale, anche per la presenza di mine, e nelle regioni ad est della direttrice che collega le città di Fdérik - Chinguetti - Tidjikdja - Ayoun el-Atrouss - Bou Steile). Rimangono fortemente sconsigliati i viaggi nelle restanti regioni della Mauritania, se non assolutamente necessari. In alcune aree portuali ed industrializzate (in particolare Nouadhibou) sono stati segnalati in aumento fenomeni legati alla criminalità comune. Si raccomanda massima prudenza e di evitare spostamenti notturni anche nella capitale Nouakchott.

 

Ai connazionali che dovessero comunque recarsi nel Paese, si raccomanda di osservare scrupolosamente le disposizioni di questo portale, di comunicare la propria presenza (registrandosi sul sito DoveSiamoNelMondo ed inviando una mail alla competente Ambasciata d’Italia a Rabat: ambasciata.rabat@esteri.it) e di adottare misure di prudenza durante la loro permanenza, tenendosi informati sulla situazione, anche attraverso i media internazionali. Vanno assolutamente evitati gli spostamenti nell’entroterra e nelle zone desertiche ed i luoghi di eventuali manifestazioni e gli assembramenti.

 

Si raccomanda inoltre alle imprese italiane, in particolare quelle operanti in aree remote o che ricevono pubblico, di mantenere alta la soglia di attenzione ed incrementare le misure di sicurezza.

 

Avvertenze:

- Va assolutamente scoraggiato il turismo individuale specialmente quello effettuato in automobile in zone desertiche. In caso di spostamenti via terra su lunghe distanze, si suggerisce di viaggiare in convogli di più di una vettura, se possibile con autisti locali procurati da grandi alberghi o agenzie di viaggio di reputazione affidabile; e comunque mai nelle ore notturne.

- Lo straniero non può attualmente bere alcolici nei locali pubblici perché vietati, mentre l’importazione e la vendita di alcolici è strettamente limitata. Si consiglia alle visitatrici di evitare abbigliamenti ed atteggiamenti che potrebbero urtare la suscettibilità della cultura islamica tradizionalista.

- L’attraversamento delle frontiere terrestri necessita spesso di tempi estremamente lunghi; si consiglia calma e cortesia.

- Portare con sé un documento di identità in caso di controlli da parte delle forze di polizia locali (conservandone copia in luogo sicuro).

 

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga:

La detenzione e l’uso di stupefacenti sono proibiti e severamente puniti.

 

Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:

E’ considerato crimine punito con la detenzione per periodi variabili a seconda dei casi e della gravità.

 

Va ricordato, inoltre, che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in base alle leggi in vigore in Italia.

 

In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare il Consolato Onorario a Nouakchott o l’Ambasciata d’Italia a Rabat: ambasciata.rabat@esteri.it (competente per il Paese) per la necessaria assistenza.

 

 

Ultime notizie (Fonti: Viaggiare Sicuri. http://www.viaggiaresicuri.it)

Le Autorità mauritane hanno deciso di riaprire le frontiere terrestri con il Senegal ed il Mali, chiuse in aprile a seguito del diffondersi di casi di febbre emorragica (virus ebola) in alcune zone della Guinea.

Si rinvia al sito dell'Organizzazione Mondiale della Sanita' http://www.who.int/csr/disease/ebola/en/ ove vengono forniti costanti aggiornamenti sulla diffusione del virus in Africa occidentale.

 

Il 2 agosto si e’ insediato ufficialmente il Presidente della Repubblica Abdel Aziz, rieletto con l’81,89% delle preferenze, ed il 22 agosto e’ stato formato il nuovo Governo.

 

In considerazione della critica situazione di sicurezza nell’area del Sahel, dell’attivismo dei gruppi di matrice terroristica e dell’accresciuto rischio di azioni ostili a danno di cittadini ed interessi occidentali, si sconsiglia nella maniera più assoluta di recarsi in prossimità del confine con il Mali e nelle regioni nord-occidentali del Paese (in particolare le aree di confine con il Sahara Occidentale, anche per la presenza di mine, e nelle regioni ad est della direttrice che collega le città di Fdérik - Chinguetti - Tidjikdja - Ayoun el-Atrouss - Bou Steile). Rimangono fortemente sconsigliati i viaggi nelle restanti regioni della Mauritania, se non assolutamente necessari. In alcune aree portuali ed industrializzate (in particolare Nouadhibou) sono stati segnalati in aumento fenomeni legati alla criminalità comune. Si raccomanda massima prudenza e di evitare spostamenti notturni anche nella capitale Nouakchott.

 

Ai connazionali che dovessero comunque recarsi nel Paese, si raccomanda di osservare scrupolosamente le disposizioni di questo portale, di comunicare la propria presenza (registrandosi sul sito DoveSiamoNelMondo ed inviando una mail alla competente Ambasciata d’Italia a Rabat ambasciata.rabat@esteri.it), di adottare misure di prudenza durante la loro permanenza, tenendosi informati sulla situazione, anche attraverso i media internazionali.

Vanno assolutamente evitati gli spostamenti nell’entroterra e nelle zone desertiche ed i luoghi di eventuali manifestazioni e gli assembramenti (si vedano al riguardo anche le voci " Sicurezza " e voce " Sanità" della Scheda).

 

Si raccomanda inoltre alle imprese italiane, in particolare quelle operanti in aree remote o che ricevono pubblico, di mantenere alta la soglia di attenzione ed incrementare le misure di sicurezza.

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca qui per iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2017 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits