hvor gammel er lege oz cialis hjelp med reseptbelagte kostnader

Organizzazione Umanitaria
ONG Bambini nel Deserto Onlus

In Africa Informati. Benin

Benin al 21/12/2014

 

 

Documenti necessari per l’ingresso nel Paese

- Passaporto con validità di almeno 6 mesi dall’ingresso;

- Visto, da richiedere presso le Autorità consolari del Benin competenti per l’Italia.

- Certificato di vaccinazione contro la febbre gialla.

 

Vaccinazioni obbligatorie

Febbre gialla

 

Situazione sanitaria (Fonte: Viaggiare Sicuri. http://www.viaggiaresicuri.it)

Strutture sanitarie:

Le strutture sanitarie locali, sia pubbliche che private, sono inadeguate ed è limitata la reperibilità di medicinali. Si consiglia quindi di viaggiare con una scorta di medicine per disturbi comuni e per eventuali  necessità personali.

 

Malattie presenti:

La situazione relativa alla sanità è nella media regionale. Vi è comunque il rischio di contagio da HIV/AIDS. Inoltre, durante la stagione delle piogge, sono presenti malaria e colera. Nella stagione secca incrementano i rischi di meningite nel nord. Per informazioni su profilassi e vaccinazioni consigliate si suggerisce di rivolgersi ai centri di vaccinazione internazionali delle ASL.

Maggiori informazioni possono anche essere reperite presso la propria ASL o consultando il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it o dell'Organizzazione Mondiale della Sanità: www.who.int/csr/don.

 

Avvertenze:

Si suggerisce previo parere medico, nei mesi invernali (da novembre a marzo); la  vaccinazione contro la meningite, endemica nel nord del Paese; previo parere medico, la profilassi anti-malarica soprattutto per brevi soggiorni (al dì sotto dei due mesi); per periodi di permanenza prolungati si consiglia di far riferimento ai suggerimenti di un medico di fiducia; di evitare cibi crudi e di bere solo acqua bollita, filtrata o minerale; di non aggiungere ghiaccio nelle bevande.

 

Si consigliano, previo parere medico, le vaccinazioni contro: il tifo, l’epatite A e B, e quelle contro le epidemie che si potrebbero verificare nel corso dell’anno. A tale riguardo si suggerisce di consultare il sito internet dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità sopra riportato. Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un’adeguata assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.

 

 

Sicurezza (Fonte: Viaggiare Sicuri. http://www.viaggiaresicuri.it)

 

Zone a rischio elevato:

Zona balneare di Cotonou dopo il tramonto; strade che collegano Cotonou con le città nigeriane di Badagry e Lagos;

 

Zone di cautela:

Zone di periferia urbana dopo il tramonto. Aree ai confini con la Nigeria e con la Repubblica del Niger. Occorre cautela anche nelle località turistiche e, in particolare le spiagge, dove sono possibili furti ai danni di cittadini stranieri;

 

Zone a basso rischio:

Tutto il resto del Paese.

 

Avvertenze:

Il Benin non è stato finora interessato da atti di terrorismo, ma vi sono segnali di una crescente minaccia terroristica in Africa Occidentale in generale. Alla luce di ciò si raccomanda di tenere un adeguato livello di vigilanza durante la permanenza e di prestare attenzione ad eventuali annunci ed indicazioni delle Autorità locali in materia di sicurezza.

 

Si consiglia di:

1) evitare di indossare oggetti di valore e di esibire denaro contante;

2) evitare di frequentare luoghi particolarmente isolati, sia di giorno che di notte;

3) evitare di frequentare luoghi particolarmente affollati, quali mercati rionali (es. mercato di Dantokpa a Cotonou, ecc.), oppure visitare gli stessi accompagnati da persone locali di fiducia;

4) non lasciare borse, cellulari ed oggetti di valore in vista sui sedili delle vetture o incustoditi;

5) non fotografare le persone locali senza il loro preventivo consenso e non fotografare edifici governativi e in particolare installazioni militari, per i quali può essere richiesta un’apposita autorizzazione;

6) viaggiare preferibilmente in auto tenendo i finestrini chiusi e le sicure delle portiere abbassate, anche in città;

7) evitare o limitare l’uso di mezzi di trasporto pubblici.

 

Si suggerisce, in generale, di adoperare idonee precauzioni volte a prevenire il rischio di furti.

Sono diffusi e praticati tentativi di effettuare frodi mediante strumenti informatici, sia in ambito commerciale sia in ambito personale, sotto forma di proposte di affari o di amicizia, matrimonio ecc. Occorre, in particolare, diffidare di soggetti che si presentano come consulenti governativi e propongono affari che assicurano eccezionali margini di profitto. Al riguardo e’ fortemente consigliabile consultarsi con l’Ufficio Commerciale dell’Ambasciata ad Abuja (commerciale.esteri.it) prima di dare seguito ad ogni simile proposta, evitando in ogni caso di fornire agli interlocutori beninesi propri dati personali, coordinate bancarie o di effettuare pagamenti anticipati. Si consiglia inoltre di consultare il sito www.ambabuja.esteri.it, ove nella sezione dedicata alla Cooperazione Economica sono presenti utili informazioni in merito alle caratteristiche ricorrenti dei tentativi di truffa che originano dal Benin, e anche dalla Nigeria, soprattutto via internet.

 

Le strade non sono sempre in buone condizioni, in particolare fuori delle direttrici principali.

 

Le interruzioni nell’erogazione di energia elettrica sono frequenti nel Paese. I principali alberghi come pure i grandi magazzini di Cotonou e Porto Novo sono dotati di generatori, così da rendere la situazione relativamente sotto controllo.

 

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:

Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione) vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.

 

Normativa locale contro detenzione, uso e traffico di stupefacenti:

Il possesso, l’uso ed il traffico di droga sono vietati. La normativa del Benin prevede pene severe, che includono detenzione e multe.

 

In caso di difficoltà con le autorità locali di Polizia (fermo o arresto) si consiglia di informare l’Ambasciata d’Italia ad Abuja (Nigeria), il Consolato Generale d’Italia a Lagos (Nigeria) e il Consolato Onorario d’Italia a Cotonou per la necessaria assistenza. I contatti sono disponibili nell’apposita sezione “Ambasciata e Consolati”.

 

 

Ultime notizie (Fonti: Viaggiare Sicuri. http://www.viaggiaresicuri.it)

Il 20 novembre 2014 l’OMS ha comunicato che nella città di Tanquieta, ubicata nel Nord del Paese, si è registrato un focolaio di febbre emorragica di Lassa che ha provocato alcuni decessi. Tale epidemia sembra al momento circoscritta nella predetta zona.

Si raccomanda vivamente  a coloro che dovessero recarsi  nella Repubblica del Benin di porre la massima attenzione e mettere in atto tutte le possibili precauzioni igienico-sanitarie del caso per evitare contagi.

 

In generale, si consiglia di evitare o limitare il più possibile gli spostamenti notturni, in particolare, nelle aree rurali e in quelle interne. Si raccomanda di effettuare viaggi adottando idonee misure precauzionali ed organizzative dovute alle non sempre buone condizioni stradali, alle precarie condizioni igieniche e sanitarie e alla situazione di sicurezza suscettibile di mutamenti.

Anche se il Benin non  é stato finora direttamente interessato da fenomeni di matrice terroristica, che affliggono la contigua area saheliana e la confinante Nigeria, è opportuno che i connazionali che vi si recano mantengano un elevato livello di vigilanza. A questo fine si suggerisce di soggiornare in luoghi non isolati ed adeguatamente protetti: in particolare, si consiglia di verificare la presenza sul luogo, a seconda degli specifici contesti, di guardiani privati o di unità di polizia, nonché l’esistenza nella struttura abitativa di locali protetti mediante porte corazzate o cancellate metalliche, non accessibili ad eventuali aggressori.

 

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su Linkedin

torna indietro


Clicca qui per iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

NEWS

CHI SIAMO

PROGETTI

VIAGGI

SOSTIENI

CONTATTI

Organizzazione Umanitaria

ONG Bambini nel Deserto ONLUS

via A.Casoli, 45 - 41123 Modena (ITALIA)

tel. +39 335 6121610

CF: 94094820365

sede@bambinineldeserto.org

© Copyright 2011-2017 Bambini nel Deserto  |  Privacy Policy  |  FAQ  |  Copyright  |  Credits